La cosa giusta… in cucina. Quelle sul cibo sono le scelte forse più spicciole e quotidiane che ci riguardano tutti: per questo,  nel Programma Culturale di Fa’ la cosa giusta! 2016, uno dei filoni principali sarà dedicato alle novità e alle buone pratiche in tema di alimentazione sostenibile.

Moltissimi saranno i laboratori e dimostrazioni in programma, tra cui diverse proposte a tema vegan, per scoprire il gusto di cucinare in modo completamente etico. Un originale showcooking realizzato da Felicia Sguazzi, partirà dall’analisi del concetto di gusto e del significato dei 4 sapori più noti, più il «quinto sapore», descritto più recentemente in Giappone, l’umami, al centro del nuovissimo ricettario vegan La forchetta dei 5 sapori (Edizioni Sonda). Diverse le proposte di Funny Vegan: tra staffette di food blogger, show cooking sull’utilizzo dei semi e sulla loro proprietà, cucina vegana e gluten free: perfetta per chi, per motivi etici o di salute, non tollera il glutine e gli ingredienti di origine animale. Infine, Dealma Franceschetti, cuoca e terapista macrobiotica farà scoprire le potenzialità dei cibi fermentati, toccasana per la salute.

I laboratori “Non solo zucchero: le alternative naturali a basso indice glicemico” presenteranno ricette a base di dolcificanti completamente naturali, come la lucuma (un frutto tropicale originario del Perù), la mesquite (una bacca tipica del deserto centroamericano), i datteri o lo zucchero grezzo di cocco. Sotto la guida della chef Marzia Riva si imparerà a preparare piatti dolci e salati, come cous cous di mais alla medio-orientale (con datteri), crumble di mango al cocco, bocconcini di riso alla mela o “zuppetta” di spinaci. Il basso indice glicemico le rende più adatte anche ai diabetici e la completa assenza di glutine anche a chi soffre di celiachia.

Un altro workshop, sempre a cura della chef Riva e di Forlive.com, sarà dedicato alla quinoa: uno pseudocereale dalle mille virtù, elisir di lunga vita delle popolazioni andine. Scegliendo un prodotto etico grazie al fair trade, che rispetti quindi anche le popolazioni produttrici, possiamo portare in tavola piatti dolci o salati, ricchi di proteine e privi di glutine. Attraverso la preparazione di quattro ricette si scoprirà la versatilità di questo alimento, dalla colazione (porridge di quinoa con cioccolato, frutta secca e cannella), al pranzo veloce in ufficio (insalata in vaso di quinoa con verdura fresca e bacche di goji), passando per la merenda per i bambini (torta di quinoa alla frutta) fino alla cena (burger di quinoa con verdure arrostite e salsa tahina).

CucinaMancina proporrà uno showcooking inclusivo nel quale si imparerà a declinare tre ricette della tradizione culinaria i