L’agricoltura ringiovanisce… in montagna. Arrivano, con il Piano di Sviluppo della Regione Piemonte, fondi per start up agricole di montagna con contributi fino a 45.000 euro. Un incentivo a proseguire con il progetto della Scuola Giovani Agricoltori promossa della Fondazione Nuto Revelli in collaborazione con Coldiretti e Rete del ritorno.

(La Stampa)

terre alte_La Stampa

A Paraloup, storica borgata partigiana della Valle Stura, in Piemonte, recuperata dalla Fondazione Nuto Revelli, ha sede la “Scuola del ritorno in montagna” che lavora in particolare per promuovere l’Associazionismo fondiario e la formazione dei giovani agricoltori. Una iniziativa che abbiamo contribuito a promuovere a Fa’ la cosa giusta! 2016, nella sezione espositiva dedicata ai Territori Resistenti, e nel programma culturale,  con un incontro svoltosi sabato 19 marzo:

presentazione della Scuola dei giovani agricoltori di montagna attraverso le testimonianze di esperienze pratiche di ritorno alle Terre Alte, declinate al femminile, con Beatrice Verri (Fondazione Nuto Revelli Onlus), Patrizia Palonta (Coordinamento Donne di Montagna), Roberta Capanna (Azienda agricola Roberta Capanna); Sara Gorgerino (Rifugio Paraloup).

paraloup