Main sponsor della tredicesima edizione di Fa’ la cosa giusta!, Novamont è una azienda leader nel settore delle bio plastiche. Produce il MATER-BI, la versatile e innovativa bioplastica con cui si realizzano soluzioni biodegradabili e compostabili che si incontrano nella vita di tutti i giorni: i sacchetti della spesa, quelli per la raccolta dell’umido, le reti della frutta, gli involucri di carta e fazzoletti, i piatti, le posate e i bicchieri, le coppette per il gelato, le capsule del caffè e i cucchiaini…Un ciclo virtuoso dalla natura alla natura, per consumatori attenti e consapevoli.

In Fiera, lo SPAZIO EDUCATIONAL NOVAMONT-LAVAZZA offrirà alle scuole e alle famiglie in visita tante attività coinvolgenti ed istruttive: per conoscere, attraverso il gioco, la creatività e il divertimento, le bio-plastiche, le loro caratteristiche distintive (biodegradabilità e compostabilità) e le buone pratiche ambientali.

IL TEMPO DELLE FRAGOLE (LABORATORIO DI MANUALITÀ CREATIVA)
C’è un tempo per ogni cosa. Un tempo per correre nei campi, un tempo per chinarsi e sollevare una foglia, un altro per cogliere e poi assaporare il succoso frutto. Quel tempo non è ancora arrivato. Inganniamo l’attesa costruendo insieme una di queste piccole piante, facendola crescere da un bicchiere in MATER-BI, ritagliando il fusto da
un cartoncino marrone e scegliendo il rosso più rosso per le dolci fragole nascoste fra le foglie.

IL CIRCO MUSICALE – gli acrobati del circo si muovono a suon di musica. Aiutali a non cadere dal filo battendo il ritmo con un tamburello speciale. Per costruirlo servono due piatti di MATER-BI (suonano meglio degli altri…), alcuni semi di mais e di girasole, colla, pinzatrice, forbici e pennarelli colorati. Si dice che il suono migliori
se i lati sono decorati con il profilo delle stelle e il sorriso della luna.

I SEGRETI DEL MICROSCOPIO – armati di microscopio digitale ci incamminiamo per un trekking nel piccolissimo, alla scoperta delle materie prime che danno origine alle bio plastiche, come semi di mais, girasole e fusti di cardo, navigando fra oggetti decomposti e terriccio fertile… immaginando batteri e funghi. Quello che i nostri occhi sapranno catturare ci racconterà lo straordinario ciclo naturale. Racconteremo il viaggio nel tempo della capsula del caffè computabile.

LA RICETTA DEL COMPOST – 4 ESPERIMENTI SCIENTIFICI PER CONOSCERE I PROCESSI DI
BIODEGRADAZIONE DELLA MATERIA ORGANICA
Il compost nasce dalla miscela, nella giusta misura, dei suoi ingredienti, conosciuti e visibili come gli scarti di
cucina, gli sfalci e le potature, invisibili come i microrganismi, impercettibili come l’ossigeno, misurabili come il tempo, l’umidità e il pH… e proprio partendo dalla misurazione dall’acidità e basicità delle più comuni sostanze domestiche che inizieremo a conoscere la ricetta del compost, gli ambienti nei quali proliferano alcuni tipi di batteri e ne muoiono altri. Osserveremo dal vivo che cosa capita ad una capsula per il caffè compostabile e
biodegradabile.

LE AVVENTURE DI BIA
Viaggio multimediale, animato