21 lettere, 21 temi, 20 relatori, 5 minuti a testa: era il convegno inaugurale di Fa’ la cosa giusta! 2016 (venerdì 18 marzo), “L’alfabeto dell’economia circolare“, a cura di Novamont e Lavazza.

Qui trovate pubblicate le “pillole video” realizzate da Scelta Etica, una per ogni lettera/intervento. Buona visione…. e l’economia, facciamola circolare!

A come agricoltura – Andrea Calori, Presidente Urgenci rete internazionale di produttori

Per la tua privacy YouTube necessita di una tua approvazione prima di essere caricato. Per maggiori informazioni consulta la nostra Privacy Policy.
Ho letto la Privacy Policy ed accetto

B come Blue economy | Marco Moro, Direttore editoriale Edizioni Ambiente
C come carta | Carlo Montalbetti, Direttore Comieco
D come design sistemico | Franco Fassio, Docente di progettazione sistemica dell’Università di Scienze
Gastronomiche
E come efficienza | Sergio Zabot, Politecnico di Milano
F come Food Policy | Andrea Vecci, vice presidente Associazione Economia & Sostenibilità
G come giacimenti urbani | Donatella Pavan, Giacimenti Urbani
H come H2O | Diego Parassole, comico, attore e autore di All you can eat
I come innovazione | Stefania Furfori, Sustainability and Lca Specialist, Lavazza
L come lavoro | Emanuele Patti, Cooperativa Editoriale Etica
M come materia | Gino Schiona, Direttore Cial
N come new economy – Giovanni Petrini, economista
O come obiettivo | Massimiliano Lepratti, presidente Associazione Economia & Sostenibilità
P come progettazione e Q come qualità | Luca M.F. Fabris, Politecnico di Milano Dipartimento Dastu
R come riciclo | Mauro De Cillis, direttore operativo Amsa Gruppo A2A
S come sharing economy | Fabio Terragni
T come terreno | Massimo Centemero, direttore Cic (Consorzio italiano compostatori)
U come upcycle | Laura Gallo, direttore generale della cooperativa Il Giardinone
V come visione | Andrea Di Stefano, Responsabile Progetti Speciali Novamont
Z come zero sprechi | Anselme Bakudila Mbuta, coord. naz. commissione ambiente Slow Food