Possiamo dirlo? La fiera non esiste, questa è la verità. Voi vi chiederete: ma come?, ma se ci siamo stati?, ma se non vediamo l’ora di tornare? Ed ecco svelato il mistero: non è proprio vero che la fiera non esiste, ok, esiste, però possiamo dire che è come una vaschetta di gelato in cui i gusti sono tantissimi. Una fiera che contiene tantissime fiere, una per ogni visitatore.

Tanto per citare qualche gusto: se sei una mamma o un papà, potrai vivere gli incontri che ti raccontano ad esempio come portare il tuo bimbo vicinissimo a te con le fasce oppure scoprire… gli asili nel bosco e altre idee per una scuola diversa! Potrai accompagnare il tuo piccolo agli appuntamenti con le letture dell’Acchiappastorie, la mongolfiera gigante della Grande Fabbrica delle Parole oppure, se il tuo cucciolo è un piccolo scienziato e ama la natura, a quelli di Spazio Novamont.

Sei uno che ama il “gusto sport”? Intanto, prima regola: nella giungla urbana si sfreccia in bicicletta tutti assieme. Poi si può o imparare come-non-farsela-rubare oppure a piegarla e a portarla con sé. E naturalmente a ripararla quando si rompe. Perché lo sport non è solo competizione, anzi: serve a stare con gli altri e a crescere bene, come ci raccontano alcuni “big” del calibro di Mauro Berruto e Flavio Tranquillo che ci fanno visita.

Se la tua è una scelta vegan, in fiera sarà sotto gli occhi di tutti quanto sia non solo giusta, ma anche di gran gusto. Come? Assistendo allo showcooking di Simone Salvini, ad esempio, ma anche scoprendo…