L’idea risale al 2014 e si deve al National Literacy Trust di Londra: una serie di panchine a forma di libro aperto, ciascuna disegnata da un artista e ispirata ad un’opera letteraria, distribuite in vari punti della città.

L’iniziativa aveva l’obiettivo di accrescere e valorizzare l’amore per i libri e la lettura tra i cittadini residenti, ma è subito diventata anche un’occasione di attrazione per i turisti: tramite il sito ed una app si poteva risalire alla collocazione di ciascuna “BookBench” e pianificare un tour alternativo di Londra, una sorta di esplorazione dei rimandi letterari presenti tra le vie della città, oltre che ammirare panorami e scorci rimanendo seduti su vere e proprie opere d’arte.

In aggiunta alle 50 panchine d’autore, sono state installate nella City anche 100 panchine-libro disegnate dagli alunni di altrettante scuole partecipanti. Al termine della stagione estiva, le panchine letterarie sono state messe all’asta e il ricavato è andato a sostegno dei progetti educativi del National Literacy Trust.

Redazione 21.06.2016