Siamo tra i 20 partecipanti al Premio ‘FunkyPrize’ 2018. Ci sono in palio ben 15.000€ che sono davvero una somma considerevole che ci fa girare la testa al solo pensiero di tutto quello che di buono potremmo fare, investendo nel vivaio, per continuare a ‘osare’, come facciamo ogni giorno.

Scrive così in un post Cascina Bollate, cooperativa carceraria che da anni opera nell’Istituto penitenziario alle porte di Milano. Insieme possiamo aiutarli a vincere: ecco come!

Il premio celebra e ricorda il ‘Funky Professor’ Marco Zamperini, uno dei pionieri di internet in Italia, un professionista generoso e una delle figure più influenti e amate del web. E noi cosa c’entriamo? La malsana idea (ma forse non troppo) di candidarci ci è venuta perché, anche se usiamo vanghe,grembiuli, palette, cesoie come in un qualsiasi altro vivaio, abbiamo avuto l’intuizione di usare il web per fare ‘storytelling digitale’ – come va di moda dire oggi – di carcere e piante.

Attraverso questa pagina, il sito e il nostro blog, cerchiamo di comunicare il carcere come una fortezza trasparente in cui chi sta fuori vede cosa succede dentro e viceversa. In concreto, la formazione sul campo di detenuti che imparano il mestiere di giardiniere, la divulgazione di un’idea di giardinaggio sostenibile tra i visitatori/acquirenti durante le diverse iniziative aperte al pubblico e tra i clienti per cui progettiamo, realizziamo e manteniamo terrazzi e giardini (solo in area milanese, date le restrizioni dell’essere in carcere). Il premio verrà assegnato da una giuria ma sarebbe utile far sentire la vostra voce a sostegno di questa nostra avventura (non è la prima e non sarà l’ultima in cui vi chiederemo aiuto) anche sui canali ufficiali ‘FunkyPrize:

*** SUL BLOG ‘FUNKYPRIZE’ ***