Legati dal fil rouge di una visione critica e sostenibile della moda, di una produzione attenta all’ambiente e alle persone, una rete di brand, designer, sarti, stilisti risponde all’appello di DOS_Design Open’ Spaces per animare un ex ristorante abbandonato, allestendo un temporary store vivace e colorato dove sarà possibile fare conoscenza con un altro modo di fare moda. IIll programma della settimana si arricchisce con laboratori e workshop per bambini e adulti: il delizioso dehor coperto dello spazio recuperato verrà infatti allestito ad hoc ed utilizzato durante tutta la settimana come spazio del “saper fare”. Consapevoli che un consumo sostenibile nella moda passa anche dalla conoscenza dei processi che stanno dietro al capo finito, verranno proposti diversi laboratori e diverse tecniche (realizzazione patchwork, cucito, tinture naturali, realizzazione di accessori, tessitura manuale) per condividere con il nostro pubblico il piacere di realizzare e creare. ll recupero dello spazio abbandonato passa anche dall’arte, grazie al coinvolgimento al progetto ISOLA CRITICAL LAB del duo artistico Nabla & Zibe, presente sulla scena street dai primi anni 2000, e conosciuti a Milano fra l’altro per la loro opera Pensiero Fluido, che presenteranno insieme ad altre loro opere nella mini-gallery allestita per l’occasione.

PROGRAMMA LABORATORI E WORKSHOP (per ulteriori informazioni e iscrizion: isola.critical.lab@gmail.com):

GLI STRACCI DI VENERE
A cura di Quincy Torino e Blaze, laboratorio per bambini e adulti
ispirato alla celebre opera La Venere Degli Stracci di Michelangelo Pistoletto: mixando i vari materiali di scarto tessile, verrà realizzato da ciascun partecipante un patchwork che verrà poi utilizzato per creare una sciarpa, uno zainetto, o una shopping bag.

LABORATORIO DI TESSITURA A TELAIO
A cura di Lavgon: con un piccolo telaio da tavolo si imparerà a montare un ordito e dare vita a un tessuto, che si trasformerà con un po’ di