A Milano una statua per le bambine vittime di violenza

Una statua dedicata alle bambine e ragazze vittime di abusi e violenze. A Milano. È la proposta della ong Terre des Hommes. Proprio nella città dove da settimane è in corso la polemica sulla statua di Indro Montanelli, che da giovane ufficiale in Somalia comprò e sposò una bambina di 12 anni. L’associazione dei Sentinelli ha chiesto al Sindaco Beppe Sala di abbatterla. Il Sindaco ha risposto che la statua rimane lì dov’è.

“La nostra proposta non nasce da questa polemica. Ma è in coerenza con il nostro impegno a favore dei diritti delle bambine e delle ragazze, iniziato nel 2012 con la Campagna InDifesa”.

Elena Rabolli Pansera, project manager di Terre des Hommes-


Terre des Hommes, che ha sede a Milano, ogni anno pubblica un dossier sulla condizione delle minori nel mondo. Secondo il dossier Terre des Hommes, ogni minuto 23 bambine e adolescenti in tutto il mondo sono costrette a sposare uomini spesso molto più grandi di loro e a subirne le violenze. Ogni anno 3 milioni di bambine sono vittime di mutilazioni genitali. E in Italia nel 2018 sono state più di 900 le bambine e ragazze vittime del reato di violenza sessuale.

“In un momento di forti polemiche il nostro vuole essere comunque un messaggio positivo -aggiunge Elena Rabolli Pansera-. Proponiamo un’azione concreta, di sensibilizzazione. E di riflessione”.

Terre des Hommes ha quindi lanciato una petizione per chiedere al Sindaco di Milano Beppe Sala di dedicare una statua a tutte le bambine e ragazze vittime di abusi e violenze. Per ora è stata sottoscritta da quasi 600 persone, tra cui diversi esponenti del mondo dello spettacolo e della cultura.

“Milano è una delle città più importanti d’Europa, simbolo di progresso e di diritti civili. Significa tenere un riflettore sempre acceso sul problema, per mantenere alte la consapevolezza dell’opinione pubblica e l’attenzione dei decisori politici mondiali”

Paolo Ferrara, direttore generale della Ong Terre des Hommes

Il progetto prevede che dopo Milano la proposta sia estesa anche ad altre città italiane.

Redazione, Dario Paladini

Foto, Terre des Hommes



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.