Il viaggio è un’evasione dalla quotidianità alla quale facciamo fatica a rinunciare: fortunatamente, possiamo sempre scoprire altri mondi tenendo occhi e orecchie bene aperti, per ascoltare nuove storie.
Seguiteci in una speciale immersione negli oceani: faremo un tuffo alla scoperta dei suoi tesori nascosti, e poi risaliremo in superficie, per scoprire cosa galleggia tra le onde.

Sebbene l’oceano copra il 71% della superficie terrestre e giochi un ruolo fondamentale negli equilibri del pianeta – pensiamo solo al fatto che regola il nostro respiro, l’alimentazione mondiale, l’economia e il clima – è per molti versi un mondo ancora sconosciuto. Solo l’un per cento dei fondi governativi per la ricerca è dedicato agli studi oceanografici.
Fortunatamente, il primo gennaio 2021 sancirà l’inizio del decennio del mare promosso dall’ONU: uno stimolo affinché la ricerca oceanografica non sia più appannaggio esclusivo della comunità scientifica e proponga da subito soluzioni ai problemi che dobbiamo affrontare. Come? Facendo partecipare anche i cittadini. È la cosiddetta “citizen science”.
Si spera così di dar vita ad una Generazione Oceano, capace di “creare l’Oceano di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo”. ll ruolo dell’Italia sarà fondamentale.

La nostra vita dipende dal mare e il futuro del mare dipende da noi

Nei fondali marini si nasconde un vero e proprio tesoro