Cosa può insegnarci la crisi dovuta al Covid-19 sulla comunicazione?

L’emergenza sanitaria in corso ci ha costretti a mettere in discussione tutto, a partire da ciò che anima da sedici anni Fa’ la cosa giusta: la condivisione. Noi però abbiamo deciso di non fermarci e dare vita ad un programma culturale online che potrete seguire qui sul sito, sulla nostra pagina Facebook e il canale YouTube, dal 20 al 29 novembre. Per riflettere insieme sul presente abbiamo deciso di dedicare un intero filone tematico al Covid-19, e a come può aiutarci a rileggere la società.

In un periodo come questo, in cui la nostra vita sembra ruotare intorno al racconto della pandemia, vogliamo proiettarci in avanti, e provare a capire insieme da dove si parte per costruire una società migliore e più equa.
Abbiamo selezionato per voi alcuni appuntamenti che indagano il ruolo della comunicazione nella condivisione dei dati, delle informazioni e delle sfide che ci attendono, perché per il futuro servono nuove parole:

Orientarsi nella complessità: il caso della fake news sul Covid-19
Cos’è un’infodemia? L’enorme diffusione di notizie su un argomento, che rende molto complesso orientarsi e distinguere le informazioni corrette da tutte le altre.
Con l’aiuto di Lorenzo Montali, co-fondatore del CICAP – Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze, esamineremo il caso delle fake news sul Covid-19 e proveremo ad affinare il nostro sguardo critico sull’informazione. Ne parleremo sabato 21 novembre, alle 21.

Condividere il sapere e le scoperte per un mondo più giusto ed equo, è possibile?
Le scoperte e le ricerche scientifiche possono essere sempre condivise con i cittadini? Una conoscenza accessibile a tutti rende davvero il mondo migliore? A queste domande cruciali, soprattutto per la gestione dell’informazione scientifica in una crisi sanitaria globale, proveremo a rispondere con il direttore di Radio 3 Marino Sinibaldi e con Giorgia Serughetti dell’Università di Milano-Bicocca e la divulgatrice scientifica Silvia Bencivelli: vi aspettiamo in diretta martedì 24 novembre, alle ore 16:30.

Umani sui social
Come possiamo fare buon uso dei social? Dopo il Covid l’umanità potrà davvero usare internet per “pensare insieme” e migliorare il mondo dal basso? Il confronto è aperto: vi aspettiamo numerosi per l’incontro organizzato da smarketing°, la rete di professionisti per la comunicazione e l’etica di impresa, mercoledì 25 novembre, alle 21.

L’alfabeto pandemico: nuove parole per leggere la società post-pandemia
In questi mesi com’è cambiata la percezione dello spazio comune?
“Lo Stato dei luoghi”, rete italiana di luoghi e spazi rigenerati, ha esteso al web la proposta di creare un alfabeto collettivo: nuove parole per leggere la società che verrà e costruire nuovi immaginari. Vi aspettiamo domenica 29 novembre, ore 18, insieme a Emmanuele Curti, Ilda Curti e la sociolinguista Vera Gheno.

Scopri anche tutti gli altri appuntamenti del filone tematico covid-19: come rileggere la società.

Per ogni incontro c’è la possibilità di cliccare su “Ricevi il promemoria”: il giorno prima della diretta ti ricorderemo di partecipare con una email.

Tutti gli appuntamenti saranno trasmessi in streaming qui sul sito, sulla nostra pagina Facebook e il canale Youtube, dal 20 al 29 novembre, vi aspettiamo!

Immagine creata da Ruth Burrows per “United Nations Global Call Out To Creatives – help stop the spread of COVID-19”.