Un tracciato romano-longobardo di 135 chilometri che, dal lago di Lugano al Sacro Monte di Varese fino all’abbazia di Morimondo, si snoda tra beni del Patrimonio Unesco e del Fai, luoghi splendidi, parchi naturali e vie d’acqua. Dalla terra dei sette laghi ai navigli milanesi e al Ticino, per attraversare tutta la Lombardia e congiungersi alla Via Francigena. Un solo giorno o un’intera settimana a piedi, in bici o in handbike.

Ne abbiamo parlato all’interno del calendario di appuntamenti della Settimana dei cammini, focus dell’edizione speciale di Fa’ la cosa giusta! 2020. Questi i video degli incontri:

Cammini in connessione

Per la tua privacy YouTube necessita di una tua approvazione prima di essere caricato. Per maggiori informazioni consulta la nostra Privacy Policy.
Ho letto la Privacy Policy ed accetto

Tre settimane di cammino con Pavia al centro, meta della Via Francisca che parte dal confine svizzero sul lago Ceresio. Dalla cittadina lombarda si risale lungo la Francigena fino al Piemonte, passando da Vercelli per arrivare a Santhia, da dove parte il cammino di Oropa, e poi proseguire fino ad Arona.
Un percorso ricco di acqua, natura, storia e beni artistici, tra la Via Francisca del Lucomagno, la Via Francigena e il Cammino di Oropa. Incontro con Alberto Conte e Marco Giovannelli, autori della guida “La Via Francisca del Lucomagno“, edita da Terre di mezzo, e il giornalista Luca Bruschi.

Storia e monumenti lungo la Via

Per la tua privacy YouTube necessita di una tua approvazione prima di essere caricato. Per maggiori informazioni consulta la nostra Privacy Policy.
Ho letto la Privacy Policy ed accetto

La Via Francisca del Lucomagno si inserisce a pieno titolo tra le vie religiose che confluivano nella Via Francigena, in virtù di testimonianze di tipo documentario e archeologico. Uno studio preliminare ne documenta la frequentazione soprattutto tra XI e XIII secolo, ma lungo il tracciato da Coira a Pavia (con ingresso in Italia dal comune di Ponte Tresa) monumenti e luoghi archeologici permettono di riconoscere anche le tracce dei secoli precedenti, attraverso la dominazione longobarda e sino al Rinascimento.
La Badia di Ganna, il Sacro Monte di Varese, il Monastero di Torba, il borgo di Castiglione Olona, l’abbazia di Morimondo e la chiesa di Basilica in ciel d’oro a Pavia con le reliquie di S.Agostino, sono tutti luoghi posti direttamente sul tracciato ed in parte certamente connessi alle antiche funzioni di ospitalità necessarie alla via stessa. Incontro con l’archeologa