Otto artiste hanno immaginato e progettato una scultura per Margherita Hack. I loro testi, disegni, bozzetti e rendering sono ora una mostra, allestita fino al 13 febbraio alla Casa degli Artisti di Milano (ingresso gratuito). E il 9 febbraio Casa degli Artisti comunicherà la proposta artistica vincitrice del concorso e dove sarà posata a Milano. Nel capoluogo lombardo il centenario della nascita di Margherita Hack sarà così celebrato con una scultura creata da una donna.

Quella dedicata a Margherita Hack sarà il primo monumento su suolo pubblico dedicata a una donna scienziata. Astrofisica, accademica e divulgatrice scientifica conosciuta dal grande pubblico, Margherita Hack è stata scelta da Casa degli Artisti, Fondazione Deloitte e dal Comune di Milano come una delle figure più rappresentative del ruolo delle donne nella scienza. La “Signora delle stelle” è stata pioniera nel proprio campo, ha ispirato intere generazioni ed è stata portatrice di valori universali e libera pensatrice anche al di fuori del campo delle materie scientifiche.

Milano non brilla affatto per statue dedicate alle donne. Sulle 121 sculture sparse per la città, solo una per ora è dedicata a una donna, a Cristina di Belgiojoso (opera di Giuseppe Bergomi) inaugurata nel settembre 2021.

Le otto artiste che hanno partecipato al concorso di idee sono: Chiara Camoni, Giulia Cenci, Zhanna Kadyrova, Paola Margherita, Marzia Migliora, Liliana Moro, Sissi e Silvia Vendramel. L’artista vincitrice sarà in residenza a Casa degli Artisti, che le fornirà il supporto necessario alla realizzazione dell’opera. La scultura verrà donata al Comune di Milano dalla Fondazione Deloitte che si farà carico della manutenzione per gli anni a venire.