Prime pedalate sotto Natale per So.De -Social Delivery, che impiega rider pagati in modo equo. Il servizio vero e proprio partirà a metà gennaio, ma in questi giorni consegnano libri e pacchi solidali natalizi a oltre 150 famiglie in condizioni di fragilità.

“È per noi un sogno che si avvera e in cui crediamo fermamente -afferma Elia Cipelletti, uno dei co-founder di So.De-. Abbiamo raccolto l’entusiasmo di moltissime realtà che vogliono lavorare sugli stessi nostri valori di solidarietà sociale e sostenibilità, segno che è ormai una necessità tangibile per le persone ma anche per il mercato. Siamo finalmente pronti a partire e non vediamo l’ora di cominciare”.

So.De sta quindi per salire in sella e intorno al progetto si sta generando un vero e proprio ecosistema di realtà sostenibili e solidali, con l’obiettivo comune di ribaltare l’immaginario e le condizioni del delivery attuale. L’ambizioso progetto mira a creare un sistema di delivery completamente diverso rispetto a quelli esistenti, infatti So.De assume i rider con il contratto collettivo di lavoro del terzo settore.

Nel marzo scorso è terminata con successo la raccolta fondi realizzata nell’ambito del Crowdfunding Civico del Comune di Milano sulla piattaforma Produzioni dal Basso. In questi mesi sono stati selezionati i primi rider ed è stata curata la loro formazione professionale. Particolare attenzione è stata posta anche all’equipaggiamento e alla tenuta dei rider, grazie a collaborazioni con alcune aziende. È stato inoltre sviluppato un software di gestione dei percorsi e ampliato la rete di aziende interessate alla consegna dei propri prodotti.

So.De – Social Delivery è un progetto promosso da Rob de Matt, ristorante milanese che coniuga inclusione sociale e cucina di qualità, una realtà che ha la capacità e la forza di creare progetti innovativi, mettendo in connessione persone, risorse e territori.