Ci piace raccontare il mondo dell’imprenditoria al femminile perché nei corridoi della nostra Fiera, in questi 18 anni, lo abbiamo incontrato e coltivato. Sono storie intrise di creatività, consapevolezza, professionalità, riscatto e innovazione; e crediamo davvero che il contributo più grande che possiamo dare per questo 8 marzo, nella Giornata Internazionale della Donna, sia raccontarle. Dare loro un volto, chiedendoci come possiamo moltiplicarle. Cominciamo a colmare il divario di genere tra i banchi di scuola, spingendo le ragazze anche verso il mondo delle STEM. Agevoliamo il rientro sul posto di lavoro per le madri, trovando nuovi modi per conciliare vita e lavoro. Supportiamo le aspirazioni di quelle che puntano alle posizioni apicali di aziende e organizzazioni. Scegliamo prodotti provenienti da filiere inclusive e supportiamo i progetti che danno una seconda possibilità alle donne vittime di abusi e violenze. 

Lo staff di Fa’ la cosa giusta! è composto prevalentemente da donne e siamo orgogliosi di presentarvi le storie d’impresa di alcune delle nostre espositrici che potrete incontrare in Fiera quest’anno, dal 29 aprile al 1° maggio a fieramilanocity

Lavgon

Michela e Lavinia, madre e figlia, sono le ideatrici di Lavgon, laboratorio di moda etica, sartoria creativa e artigianale. Tutti i capi di abbigliamento sono realizzati interamente in Italia, impiegando solo fibre naturali. La linea di abbigliamento, elegante ma anche informale, si rivolge a donne di tutte le età grazie a modelli inclusivi che con il loro taglio geometrico accompagnano il corpo della donna, in continuo cambiamento. 
“Siamo un laboratorio misto, ma continuiamo a mantenere una visione femminile, un atteggiamento fluido e pronto all’imprevisto! Per trovare un punto di equilibrio tra lavoro e famiglia si deve avere un atteggiamento morbido ed empatico. Solidale.”

Casagin

Daniela ha dato vita al progetto CASAGiN, una delle prime aziende di abbigliamento ecosostenibile in Italia, nel 2017: voleva un brand unico, che potesse essere fonte di benessere sia per il corpo che per la Terra. Fu così che pensò di unire l’ecosostenibilità all’eticità del lavoro, e di produrre capi di intimo e abbigliamento che fanno stare bene, in modo Genuino, Innovativo, Naturale! Scopri tutti gli espositori dell’area tematica Critical Fashion.