Sul sentiero blu: il viaggio di 12 giovani autistici lungo la Via Francigena

Simone, Beppe, Elena, Francesco… Alla fine del documentario sembra di conoscerli un po’ di più, con la loro simpatia, con le loro frasi sincere, ma anche con le loro paure, nostalgie o manie. “Sul sentiero blu” racconta il viaggio di 12 giovani autistici che hanno percorso 200 chilometri lungo la via Francigena, fino ad arrivare a Roma e incontrare il Papa. Il documentario, per la regia di Gabriele Vacis, esordirà in alcune sale italiane dal 28 febbraio al 2 marzo e poi verrà distribuito lungo tutto l’anno con proiezioni speciali.

Abbiamo visto l’anteprima di “Sul sentiero blu” ed è emozionante, coinvolgente. È un documentario che fa pensare, capace com’è di renderci famigliari questi 12 giovani. Con discrezione ci fa condividere i loro momenti di gioia, di crisi, i pianti, le risate. Ci fa vedere quanto sono belli e giovani. “Le persone autistiche sono profondamente autentiche, profondamente esplicite: questo talvolta nella nostra società può essere considerata una disabilità”, spiega Roberto Keller, psichiatra e direttore del Centro Regionale per i Disturbi dello spettro dell’Autismo in età adulta della ASL Città di Torino.

Keller insieme agli educatori del Centro ha accompagnato questi giovani. “Il cammino è stato preceduto da oltre un anno di preparazione -aggiunge-. Una preparazione fisica, con passeggiate sulle colline intorno a Torino, ma anche mentale”. Per questi ragazzi, per chi li ha accompagnati, per i loro genitori è stato un cammino di crescita: “I ragazzi hanno imparato a essere più autonomi: per alcuni di loro è stata la prima esperienza in cui sono stati per giorni lontani dai genitori– sottolinea Keller-. E hanno imparato a relazionarsi tra loro. Alla fine del viaggio erano un gruppo”.

“Molti pensano che le persone autistiche sono incapaci di fare le cose -dice Elena, l’unica ragazza del gruppo, nel documentario-, ma questo progetto dimostra l’esatto opposto e come io dico sempre: noi persone autistiche non molleremo mai!”.

Dopo questa esperienza Keller, gli educatori e i giovani autistici che frequentano il Centro regionale dell’Asl di Torino non hanno più smesso di camminare. “Tornati a casa abbiamo continuato ogni 10 giorni a organizzare per questi giovani dei gruppi di cammino -aggiunge Keller-. E per questa estate abbiamo intenzione di organizzare un altro cammino, in Piemonte. Con noi verranno anche dei ragazzi non autistici, ma con disagi sociali, seguiti dalla Fondazione Time2”.

Per chi volesse vedere il trailer ufficiale del film: https://youtu.be/om5sDZavVd4

L’elenco della sale aderenti, in continuo aggiornamento, è consultabile su http://wantedcinema.eu/movies/sul-sentiero-blu/