ore –


Gite scolastiche sui cammini? Si può fare

E’ possibile portare un gruppo di studenti a camminare sulla via Francigena? Ne parla la prof.ssa Croci che ci racconterà i 5 giorni vissuti con le sue classi. Una buona pratica che altre scuole e altri insegnanti possono prendere ad esempio.


Portare i ragazzi (classi di studenti, gruppi scout, società sportive…) a camminare su uno dei tanti percorsi italiani è un’idea affascinante ma per nulla semplice da realizzare.

Alessandra Croci, insegnante del Liceo Ruffini di Viterbo, dopo aver percorso il Cammino di Santiago, ha pensato di far vivere quest’esperienza anche ai suoi studenti. Insieme ad alcuni colleghi, lo scorso anno, ha portato a camminare lungo la Via Francigena (da Viterbo a Roma) due classi. Cinque giorni e cinque tappe in cui i ragazzi hanno avuto modo di riscoprire il proprio territorio km dopo km, incontrando i volontari della Protezione civile, gli agenti del Corpo Forestale, della Croce Rossa e di varie organizzazioni presenti lungo il tracciato della Francigena.

Ma come si fa ad organizzare tutto questo? Lo chiediamo alla prof.ssa Croci che ci racconterà la sua esperienza. Una buona pratica che altre scuole e altri insegnanti possono prendere come esempio. Al suo fianco interverranno Marco Baglioni, responsabile viaggi istruzione Walden Viaggi a piedi e Andrea Quadrifoglio coordinare del tavolo turismo scolastico di Aitr.

Coordinatore: Alberto Pugnetti di Radio Francigena.

Organizzato da: Terre di mezzo in collaborazione con Radio Francigena