ripartire dai territori
martedì 24 Novembre ore 19:30


I margini al centro: ridurre le “disuguaglianze territoriali” per vivere nelle aree interne

Riportare i servizi essenziali nelle aree marginali è fondamentale per renderle davvero abitabili


Durante il lockdown della primavera 2020 molti osservatori, anche autorevoli, hanno sottolineato come le aree interne, i “margini”, quell’Italia rugosa che ha subito dal Secondo Dopoguerra un forte spopolamento, rappresentino oggi una grande opportunità di nuovo insediamento. Questa visione, condivisibile, è tuttavia irreale, perché non poggia su un’analisi profonda della situazione: chi l’ha realizzata, nell’ambito della Strategia Nazionale Aree Interne e del Forum Disuguaglianze Diversità, sa che per rendere davvero abitabili questi territori è necessario ripensare completamente il modello di erogazione dei servizi di cittadinanza e la loro diffusione, è fondamentale – cioè – ridurre le “disuguaglianze territoriali”.

Organizzato da: Insieme nelle Terre di mezzo Onlus

Con il sostegno di: