ore –


Il bastone in legno: come è fatto e come farlo

Ogni pellegrino aveva il proprio Bordone come compagno di viaggio. Doveva essere forte e robusto, ma anche leggero e maneggevole. In nocciolo, in castagno, in corniolo, in ligustro, in sambuco…


Il cammino con i bastoncini si è sviluppato negli ultimi anni, ma già il 6 gennaio 1911 Robert Falcon Scott, nel diario della spedizione al Polo Sud, racconta che i bastoncini da sci sono apprezzati dai suoi uomini per camminare.

Il bastone ha sempre accompagnato l’uomo nelle sue esplorazioni.
Può essere la lancia di Achille o il bastone di Mosè o quello del pastore.
Può essere dritto o curvo per impugnarlo meglio e “agganciare” le pecore, magari alto fino alle spalle per appoggiarsi col mento quando si bada al gregge.
Serve a farsi sostenere, ad aprirsi la strada fra i rovi, a guadare un torrente, a difendersi…

Ogni pellegrino aveva il proprio bastone come compagno di viaggio inseparabile. Il Bordone era uno degli elementi che lo caratterizzavano. Doveva essere forte, robusto e tenace, ma anche leggero e maneggevole.

È in nocciolo, in castagno, in corniolo, in ligustro…
Parliamo delle caratteristiche dei bastoni: legno, dimensioni, impugnatura, punta rinforzata…

Organizzato da: Giancarlo Cotta Ramusino - Girumin