ecosistemi e innovazione
domenica 29 Novembre ore 16:30


L’Artico, frontiera del mondo e dei cambiamenti climatici

Uno sguardo al Nord del mondo per comprendere cosa sta mutando.


Gli effetti dei cambiamenti climatici si stanno facendo sentire in maniere accellerata nell’Artico, causando grande preoccupazione tra gli scienziati e interesse invece tra chi guarda a quest’area come una nuova opportunità economica.

Il rapido scioglimento dei ghiacci ha attirato l’attenzione delle super potenze che stanno cercando di accaparrarsi tutto quello che l’Artico può offrire: nuove rotte marittime più veloci, petrolio, gas e terre rare, pesca intensiva.

Esistono iniziative per la tutela di questa parte della Terra ma procedono a rilento e si rischia di compromettere un’immensa area geografica ricca di biodiversità.

Dobbiamo considerare le nostre scelte sul futuro dell’Artico come una sorta di test: o riusciremo, finalmente, a rispettare i limiti del Pianeta, oppure continueremo a spingerli sempre più in là, cercando di sfruttare ogni angolo del globo terrestre.

Un incontro con Laura Meller Polar advisor di Greenpeace Nordic, Valter Maggi docente di Cambiamenti climatici all’università Bicocca e vicepresidente del comitato glaciologico italiano e Andrea Barolini giornalista di Valori.it che ha curato il dossier “L’Artico, frontiera del mondo e dei cambiamenti climatici”

Organizzato da: Valori.it e Insieme nelle Terre di mezzo Onlus

Con il sostegno di: