L’ultima frontiera del diritto internazionale del mare: le risorse genetiche dei fondali abissali

L’incontro affronta il tema dello sfruttamento delle risorse genetiche marine, non ancora regolato dal diritto internazionale e oggi sul tavolo di un negoziato presso le Nazioni Unite.


Nell’epoca in cui veniva regolato normativamente l’accesso alle risorse minerarie marine, gli Stati non si erano ancora resi conto dell’importanza di regolamentare lo sfruttamento di preziose risorse marine viventi che, nelle profondità abissali, hanno sviluppato capacità di sopravvivenza uniche, importanti per la scienza medica e ora oggetto di una nuova “corsa all’oro”. Che ne sarà di queste risorse, se saranno abbandonate all’approccio del “primo arrivato, meglio servito”?

Organizzato da: Ilaria Tani