Paolo Iabichino in dialogo con Vera Gheno attorno a “Femminili singolari: il femminismo è nelle parole”




Quando: Domenica 12:00 – 13:00
Tipo: Incontro

“Pòle la donna perméttisi di pareggià coll’omo?” – Era la domanda che veniva posta durante una scena memorabile di “Berlinguer ti voglio bene”. Oggi non abbiamo dubbi che la risposta sia ovviamente positiva… Ma la faccenda si fa meno chiara quando si passa a discutere di femminili professionali: assessora, ingegnera, ministra, architetta sono tuttora discussi, talvolta osteggiati o dileggiati, dando adito a numerose polemiche e scontri anche infuocati tra “supporter” e oppositori del loro impiego. In “Femminili singolari: il femminismo è nelle parole” Vera Gheno tenta di fare il punto, non solo delineando la teoria e la pratica di questo settore della nostra lingua, ma anche scendendo nel dettaglio dei vari (falsi) miti oggi molto diffusi sull’argomento, dall’inesistente forma “presidenta” ad “astronauto”, dal giudizio di cacofonia a quello di incostituzionalità. Questo affinché ognuna e ognuno scelga se adottare o meno i femminili professionali, ma sempre con cognizione di causa.

Paolo Iabichino è pubblicitario, esperto di comunicazione e comunicatore, scrittore
Vera Gheno è sociolinguista specializzata in comunicazione digitale e traduttrice letteraria dall'ungherese

Organizzato da: Vera Gheno
Partecipazione: Gratuita
Per info e prenotazioni:


Altri appuntamenti che potrebbero interessarti:

16:00–17:00
Con: Alberto Renzi, Angelofabio Attolico, Davide Comunale. Organizzato da: Terre di mezzo Editore e Rete Cammini del Sud

12:00–13:00
Con: Franco Faggiani, Roberta Ferraris. Organizzato da: Terre di mezzo Editore e Regione Valle d'Aosta

15:00–16:30
Con: Paola Damiani. Organizzato da: Nini nati con le ali AB21

15:30–16:30
Con: Alice Giannitrapani, Dario Paladini, Davide Parisi, Magda Baietta, P. Aristide Cabassi. Organizzato da: Insieme nelle terre di mezzo ONLUS VB7