ore –


Ripartire dalla natura: un turismo consapevole e amico dei Parchi d’Abruzzo

La principale sfida che coinvolge le aree protette è divenuta negli ultimi anni la concreta promozione di una cultura sostenibile e responsabile: integrazione tra tutela e coesistenza umana.


Il territorio abruzzese è caratterizzato dalla presenza di tre Parchi Nazionali, un Parco regionale e una costellazione di piccole Riserve. Tale ricchezza evidenzia l’importanza strategica dei Parchi che devono porsi come modelli e bussole per l’intero cammino della società, attraverso una logica di condivisione e di scambio, per cogliere tutte le opportunità disponibili ad agevolare e diffondere “una cultura del nuovo” e disseminare il più possibile le buone pratiche già esistenti, in particolare nel settore della conservazione e valorizzazione della natura. La fragilità e la precarietà della coesistenza dell’uomo con questi luoghi – come drammaticamente gli eventi sismici e le calamità naturali sottolineano di frequente – prospettano nuovi ruoli e nuove responsabilità per le aree protette, che ora possono offrire risposte concrete per garantire la presenza umana e le attività antropiche compatibili in questi luoghi difficili ma meravigliosi.

Organizzato da: Coordinamento dei Parchi d'Abruzzo