ore –


I volti dietro le merci: storie e valori del commercio equo e solidale

Il commercio equo e solidale o fair trade è un’alternativa al commercio convenzionale con più di 50 a …


Il commercio equo e solidale o fair trade è un’alternativa al commercio convenzionale con più di 50 anni di storia: le sue organizzazioni promuovono relazioni economiche fondate sulla parità e la collaborazione con le comunità del Sud del mondo, soprattutto in Asia, Africa, America Latina; il prezzo pagato per i prodotti consente un livello di vita dignitoso alle famiglie di contadini e artigiani, l’importazione è diretta, le filiere rispettose dell’ambiente. Alex Langer lo ha definito “Un piccolo potere da prendere sul serio”.

 

“Noi intendiamo – e ci battiamo per questo – fondare su basi sostenibili un altro genere di pratiche commerciali, un’economia diversa che non si ponga come obiettivi né il profitto, né il volume prodotto, ma il rispetto di tutti coloro che partecipano alla filiera.” Frans van der Hoff, teologo ed economista, fondatore di Max Haavelar, il primo marchio di prodotti equo-solidali.

 

Una narrazione per testi e immagini che raccoglie valori e prassi tra Nord e Sud del mondo.
“I volti dietro le merci” esordirà a Milano a Fa’ la cosa giusta!, una mostra per spiegare – soprattutto a chi non lo conosce – il commercio equo e solidale, la forma per eccellenza dell’economia solidale. Una narrazione per testi e immagini, fotografie e infografiche, che riesce a fare sintesi dei valori e delle prassi di un movimento mondiale con oltre 50 anni di storia. Una mostra che nasce dal percorso del fair trade lombardo.

 

Le caratteristiche principali della mostra sono