ore –


Water Mater

Water mater nasce dalla necessità di raccontare l’acqua attraverso l’arte. Acqua, fondamento della vita. L’acqua si fa suono, pervade spazi, racconta storie, in un flusso continuo di pieni e vuoti.


In un percorso non tracciato da scoprire e ascoltare. Un’onda che delinea traiettorie, linee volte a tracciare abbondanza e mancanza. Una sorgente che si fa stagno, cascata, fiume in piena, mare, pioggia. Un viaggio inedito tra passaggi impervi e grandi distese.
WaterMater non fornisce risposte ma continui stimoli per chi è capace di lasciarsi permeare da un’esperienza sensoriale in cui l’acqua diviene elemento di congiunzione tra il narratore e il viaggiatore. In questo progetto è l’arte a farsi portavoce di una “emergenza planetaria” Ed è l’arte a chiamare a raccolta i soggetti che si impegnano, ogni giorno, a rendere l’acqua accessibile a tutti: associazioni, ONG, enti locali… L’arte diviene acqua, forza trasformativa, richiamando al cambiamento, alla responsabilità. La scelta dei suoni, la ricerca delle ambientazioni ha reso possibile la creazione di una performance polisensoriale e multimediale, che attraverso l’ascolto e la visione induce ad esplorare l’essenza della vita.

Organizzato da: Giacimenti Urbani - Ass. Etica Onlus