Lo sguardo verso il futuro riparte dai territori, da quelli più marginali a quelli prossimali come i quartieri cittadini.

Territori dimenticati ma ricchi di patrimoni inestimabili, fucine di idee capaci di riattivare economie, risvegliare il turismo dolce e sostenere comunità e nuovi progetti imprenditoriali.

Questo periodo di stravolgimenti può rappresentare l’occasione per muoversi verso un cambio culturale, che ponga al centro il territorio e le sue peculiarità come forza trainante da cui ripartire.

Un ciclo d’incontri per capire come rinascono i territori dimenticati, e come progetti turistici lungimiranti e le piccole imprese locali contribuiscano a far rifiorire il nostro Paese