la settimana dei cammini
giovedì 26 Novembre ore 18:00


Italia ciclabile

Città e turismo al tempo della pandemia


Iscriviti ora

Il virus sta cambiando molti paradigmi considerati immutabili a partire dalle nostre città che stanno subendo accelerazioni mai viste ad esempio nella ciclabilità urbana e nella crescita del turismo in bici nella passata estate di vacanze di prossimità. 
Questo incontro vuole provare a capire come la mobilità ciclabile, superata questa fase di emergenza, riesca ad essere fattore di trasformazione e fornire un contributo per pedalare verso un mondo che potrebbe essere migliore di quello che siamo costretti a lasciare.
Attraverso alcune iniziative di ciclabilità urbana e di turismo in bicicletta capaci di interpretare la fase di cambiamento in atto attraverso la proposta di un modo diverso di muoversi in città e vivere esperienze nel paesaggio in sella.
Interverranno Anna Donati (portavoce AMODO) Paolo Pinzuti (bikeitalia) Marco Mazzei (abbracciami) Luca Simeone (Napoli Pedala) Sebastiano Venneri (Grab)  Alessandra Bonfanti (Legambiente) Cosimo Chiffi (Coordinamento dal basso Acquedotto pugliese) Valter Ballarini (ARI) Luca Ministrini (MBT spoleto).
Organizzato da: Alleanza Mobilità Dolce (A.Mo.Do.)





altri appuntamenti che potrebbero interessarti


23 Novembre ore 13:00
Mente, corpo, spirito. Stare bene un passo dopo l’altro
Con: Alberto Pugnetti, Gabriele Rosa, Massimo Dorini, Roberta Cortella
Benessere fisico ma non solo, il cammino può far bene a sé e agli altri ma anche trasformarsi in occasione di riscatto.

24 Novembre ore 13:00
Cammino Balteo: il volto slow della Valle d’Aosta
Con: Franco Faggiani, Laurette Proment, Roberta Ferraris
Scopri tutti i segreti del percorso: quando partire, come organizzare il viaggio, cosa portare…

24 Novembre ore 14:30
È vero boom quello dei cammini in Italia? Parola ai tour operator
Con: Alberto Conte, Fabrizio Teodori, Marco Baglioni, Tullia Caballero
Il turismo è tra i settori più colpiti dalla pandemia. Può essere il viaggio lento la soluzione per risollevare il settore?